Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Studenti Italiani in Arabia Saudita

 

Studenti Italiani in Arabia Saudita

L'esperienza di Massimiliano Prozzo

Ho avuto il privilegio di essere in Arabia Saudita per un progetto di ricerca congiunto tra la Libera Università Internazionale per gli Studi Sociali (LUISS) e la King Fahd University of Petroleum & Minerals (KFUPM). Ho ricoperto la carica di Professore a contratto per la LUISS e quella di ricercatore per la KFUPM. I miei due supervisori, il Prof. Giuseppe Sacco e il Prof. Adel Aldosary , hanno raggiunto un accordo sull’oggetto di analisi. La tematica da me affrontata concerneva il mercato immobiliare e lo sviluppo del settore industriale in Arabia Saudita. La mia permanenza nel regno è durata poco più di 3 mesi, durante i quali ho svolto attività di ricerca presso il Dipartimento di City & Regional Planning. Vivendo a stretto contatto con studenti, ricercatori e docenti della KFUPM, ho potuto constatare la loro estrema disponibilità e gentilezza, il che mi ha consentito di ambientarmi facilmente e di avere ottimi rapporti umani con tutte le persone da me conosciute. Inoltre, ho potuto apprezzare l’ospitalità delle persone e l’efficienza delle strutture didattiche. Il soggiorno nel Regno ha rappresentato un’importante tappa per la mia crescita professionale ed ha costituito un’esperienza unica in quanto mi ha consentito di venire a contatto con una realtà differente dalla nostra, ma proprio per questa ragione, molto stimolante e interessante.
Un ringraziamento speciale va al mio supervisore il Prof. Adel Aldosary, il quale mi ha dimostrato in ogni circostanza un’estrema disponibilità, anche per aspetti che andavano al di là del rapporto professionale. Un mio sentito e sincero ringraziamento lo indirizzo anche al Prof. Afzdal del Dipartimento di Studi Islamici della KFUPM, il quale mi ha permesso di apprendere le basi della lingua araba, suscitando in me un vivo e profondo interesse per questa lingua così affascinante. Inoltre, vorrei esprimere la mia riconoscenza al Prof. Giuseppe Sacco e al Prof. Alfonso Giordano, i quali hanno reso possibile la realizzazione di questo progetto di ricerca. Manifesto la mia gratitudine per S.E. l’Ambasciatore d’Auria e tutto il personale diplomatico, che mi hanno sempre incoraggiato e sostenuto nell’arco di questi mesi. Spero vivamente che la mia esperienza possa costituire un primo passo per una più stretta cooperazione e possa contribuire a rafforzare le relazioni politiche ed economiche tra i nostri Paesi.

L'esperienza di Luca Giosuè Gallotti


L’interesse sviluppato durante il mio corso di studi per il Mondo Musulmano, mi ha spinto a preparare la tesi di laurea proprio su quest’argomento, ovvero sulle “Sfide all’alba del XXI secolo per i paesi del Gulf Co-operation Council. Il caso dell’Arabia Saudita”. Così sono stato incentivato a cercare e, fortunatamente, ad ottenere un soggiorno di ricerca nel Regno delle Due Sacre Moschee. La mia permanenza è stata di circa quattro mesi, durante i quali sono stato impiegato come Research Assistant alla King Fahd University of Petroleum & Minerals di Dhahran, nella Provincia Orientale. In questo periodo, oltre ad aver portato avanti le ricerche per la tesi, ho seguito un corso di lingua araba ed ho collaborato al programma di preparazione per la Collaborazione Accademica Internazionale, che l’Università vorrebbe sviluppare per allargare le prospettive di cooperazione. Vivendo a tempo pieno nel campus dell’Università ho avuto modo, poi, di essere a diretto contatto con gli studenti e il personale saudita. L’Università, come tutti i contesti accademici, si è rivelata un ambiente pieno di stimoli e di iniziative. In genere ho constatato come l’Arabia Saudita sia un paese che sta crescendo ad una velocità elevatissima sotto tanti punti di vista, come quello economico, sociale e culturale. Inoltre, ho constatato come i suoi abitanti siano molto calorosi e disponibili, il cha ha reso la mia percezione del paese come qualcosa di assolutamente familiare. Tutto questo rappresenta per me un forte stimolo e mi incoraggia a prendere decisioni future che mi rimettano in contatto con l’Arabia Saudita, soprattutto per continuare un percorso di conoscenza ancora lungi dall’essersi concluso. L’Ambasciata d’Italia a Riad e il suo personale sono stati molto disponibili ed hanno fornito un sostegno irrinunciabile per la riuscita finale di quest’esperienza.
Scarica il Curriculum Vitae di Giosuè Gallotti


232